IL BESTIARIO


SAMYRAS DEI GHIACCIAI

Come forme sono molto simili ai Samyras della notte , ma li differenziano molto i colori e le taglie.

I Samyras dei Ghiacciai sono un poco più grandi di quelli della notte, e molto più colorati. Il corpo è normalmente grigio argenteo, salvo una particolare sottorazza che ha la pelle nerisima; i crini invece sono colorati proprio come l'oasi da cui prendono il nome.

Se ne distinguono 3 sotto-razze, abbastanza differenti tra loro.


Blackbow: è forse quella più affascinante delle tre, e anche la più schiva. Vive e si nutre nel bosco proibito, nella zona occidentale dell'oasi, a nord-ovest rispetto al Castello dei Ghiacci, oltre i Monti del Drago e i Colli del Fauno . Alcuni esemplari sono anche stati avvistati nell'oasi dei Giardini d'Argento.

E' dotato di unghie molto resistenti, con le quali scava il terreno spesso gelato da cui estrae radici e tuberi. Adora correre all'impazzata per la boscaglia e, quando lo fa, al suo passaggio si vede solo l'immagine di una piccola scia di colori che resta per qualche istante negli occhi. La sua velocità è esorbitante e la coda, lunga e folta, è come una bandiera colorata che sventola al vento.


Flyingbow: è il più piccolo dei Samyras dei Ghiacciai ed è l'unico ad essere dotato di ali. Il corpo è chiaro e leggero, con una coda lunga che termina con un ciuffo a fiamma di crini dai molti colori.

Le zampe sono coperte dal ginocchio in giù da fitti e lunghi crini di colore variabile tra il giallo, l'arancio e l'oro, mentre testa e collo sono coronati da una bella criniera degli stessi colori della coda.

Le ali sono scure, membranose come quelle di un pipistrello, e altrettanto delicate.

Le unghie sono molto mobili e gli permettono di afferrarsi alle rocce senza troppe difficoltà. Antiche leggende dicono che avvistarlo sia segno di fortuna, forse perchè ce ne sono pochissimi.

Sembra che ci siano solamente tre coppie di queste creature e ogni coppia controlla un vasto territorio. Il nido è posto sulla cima dei monti più alti: Stormsky, Mistery Mountains e Har Sembali.

Sono attivi soprattutto di giorno, dall'alba al tramonto e volano costantemente, sia che siano alla ricerca di cibo, sia che giochino. In volo usano la coda come un timone, cercando le correnti ascensionali per risparmiare energie e prendere quota.


Elfbow: è l'unica delle razze di Samyras che presenta differenze tra maschi e femmine. Anche se rimane di taglia maggiore rispetto alle altre due razze, la femmina è un po' più piccola ed esile del maschio, ma più colorata, con i crini delle zampe, della criniera e della coda iridati, mentre nel maschio essi presentano la medesima colorazione del manto. Altra differente colorazione dei due è sulla groppa. La femmina ha infatti un colore argentato uniforme, mentre il maschio presenta una colorazione ad arcobaleno sulla parte posteriore.

La criniera e la coda risultano abbastanza rigide, con punte rivolte verso l'alto. E' una delle razze più aggressive di tutti i Samyras, benchè prevalentemente vegetariana.

Vivono nel bosco degli Elfi, al confine con l'Oasi Della Musica perenne, e spesso superano con stupefacenti balzi il fiume per pascolare nell'oasi vicina e deliziarsi con la sua musica.

La coppia non sopporta intrusi nel suo territorio e li caccia a suon di morsi, calci e testate. Considera intrusi anche gli uomini, e data la mole superiore a quella di un cavallo non esita ad attaccarli.


Di cosa si nutre?

Il principale nutrimento del samyras blackbow è dato da rami e resine di pino, oltre che a foglie e radici di altri alberi, mentre i samyras flyingbow si nutrono sulle cime degli alberi, mangiando foglie, giovani ramoscelli ma anche insetti e piccoli volatili, sempre senza posarsi. Per i samyras elfbow invece, il principale nutrimento è costituito da erba e germogli anche se non disdegnano gli insetti.


Dove vive?

Ghiacciai dell'ArcobalenoOasi della Musica PerenneGiardini d'Argento



This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.