IL BESTIARIO


SKY'S EYE

Di questo animale leggendario, riferisce uno dei libri del Castello dei Ghiacci, che ne riporta la descrizione ed il disegno. Neppure i famosi esploratori dei Cavalieri del Cielo Gloria e Lucius ne hanno mai avvistato alcun esemplare, ma l'Ordine dei Cavalieri ha emanato un editto in cui si sancisce il divieto assoluto dare la caccia a questa creatura, pena la morte o la perenne schiavitù presso il Castello.

Si tratta di un drago alato di piccola-media taglia (circa 1metro e 1/2 dalla punta del muso a quella della coda), con le scaglie del colore del ghiaccio e gli occhi blu come il cielo dopo il tramonto. Può trasportare facilmente oggetti anche del triplo del suo peso ed è dotato di varie forme di magia; la sua principale caratteristica è quella di sparire nel nulla se si sente minacciato. E' in grado di scatenare piccole tormente di neve e ghiaccio con un semplice soffio. Vive sui monti più alti che circondano la zona dei Ghiacciai e difficilmente si abbassa fino ai boschi delle valli, se non in casi particolari.

E' addomesticabile solo entro certi limiti, e solo se catturato giovanissimo. I genitori sono monogami, e curano il piccolo fino a che raggiunge l'indipendenza, poi lo cacciano dal nido e si preparano a deporre un altro uovo.

Nasce un solo piccolo alla volta; la sua speranza di sopravvivere è piuttosto bassa, soprattutto nei primi tre anni, che passa sempre nel nido. Raggiunge la maturità intorno ai trent'anni, ma abbandona il nido intorno ai venti. I cuccioli sono preda dei Leoni delle Nevi, che passano spesso in rassegna i nidi quando vedono allontanarsi i genitori, e dei Lupi Argentati, che però si spingono raramente fin lassù. Quando il piccolo comincia ad esplorare le terre circostanti, può cadere tra le grinfie degli Orsi delle Nevi, che non esitano a farli fuori per divorarli.

Hanno una vita assai breve, ripetto a quella degli altri draghi: il più vecchio di cui si abbia conoscenza, aveva più o meno centocinquant'anni. In genere, quando sentono avvicinarsi l'ora della morte, partono in volo verso nord, verso il luogo dove, secondo loro, si trova l'isola perduta del Grande Aeielarko.


Di cosa si nutre?

Si nutre dei piccoli animali e delle carcasse che trova presso il suo nido di ghiaccio.


Dove vive?

Ghiacciai dell'Arcobaleno


This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.