GLI DEI DI ASHURA



AMORIAK

Divinità caotica del Sottosuolo, che insieme a Thorok e Lathanya fa parte della Triade Oscura che domina le creature che vivono sottoterra. E' raffigurato come uno scheletro vestino di nero, ma con occhi rossi e denti di vampiro ed in mano tiene un libro con glifi e simboli di necromanzia.

Amoriak ama il male nelle sue forme più perverse. Non utilizza l'inganno e la distruzione grezza, ma si serve di creature non morte per incutere il terrore e minare alla radice la voglia di vivere.

Per questa ragione, egli è venerato anche dai necromanti e da alcuni maghi e sacerdoti oscuri ed è una delle principali divinità dell'Antro delle Anime di un Tempo, poiché egli protegge gli spiriti erranti, gli zombie, i vampiri, i lupi mannari e le creature della notte; ama in particolar modo vedere la vita che si spegne per dar vita ad una di queste terrificanti creature.

A sua volta onora le divinità malvage che gli concedono potere sugli spiriti di coloro le cui vite essi falciano. E' da sempre al servizio di Ortisha, a cui deve il proprio risveglio nel 8100 PA, quando all'apice della potenza del Male Primordiale, A'akk-Zul concesse enormi poteri alle entità a lui fedeli, tra cui appunto Ortisha. Nel 9999 PA, dopo aver violato un antico cimitero, ne fa la propria dimora e da allora tutta la terra intorno ad esso è infestata da mostri e creature non-morte: ora quella regione è tristemente nota come l'Antro delle Anime di Un Tempo ed è volentieri evitata da tutte le razze viventi.

Al contrario di altre divinità non ha particolare malevolenza per le razze viventi, poiché tutte rientrano nei suoi obiettivi, in particolari i servitori della luce e coloro che hanno il potere di annientare il male: è facile che dopo morti anch'essi ricadano sotto al suo dominio, soprattutto se in vita si sono rivelati arroganti e intolleranti.

In molte Oasi di Ashura, l'esistenza di Amoriak è considerata una fola per spaventare i bambini e costringerli a dormire la notte, ma i maghi e i sacerdoti più colti sanno bene che non si tratta di una storiella.



This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.