VALLE DEI NIDI



BAIA DEL ESPEJO

C'è una spiaggetta fantastica, ai piedi dei Picchi dei Draghi: protetta dalla enorme scogliera resta di difficile accesso, ma come tutte le cose difficili da raggiungere ha un fascino del tutto particolare.

La sua bianca sabbia guarda ad est ed il sole non può fare a meno di baciarla coi primi raggi del suo risveglio ed è garantito che si tratta di uno splendido risveglio.

Ma l'autentica meraviglia si desta alla sera, quando il carro di Akhton scompare nel suo notturno riposo; allora le tranquille acque si cospargono di puntini luminosi riflessi dal cielo e ci si sente cullati da un mare di stelle.

Il barbaro Syon l'ha chiamata la Bahia del Espejo e non ci poteva essere altro nome per quel luogo, in cui la sabbia è così bianca da riflettere la luce della luna e dove le stelle del cielo e quelle riflesse dal mare sembrano creare un tutt'uno armonico.

A ridosso di questa baia, protetta dagli sguardi indiscreti e dalla violenza del mare, è spesso ancorato alla fonda il brigantino “l'Arpia” che è teatro delle imprese dei corsari della Fazenda.



This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.