I LUOGHI SACRI



L'ISTMO DI RAUROON

Questa stretta lingua di terra collega due territori: Il Picco Iridian's e i Luoghi Sacri.

Sebbene invasa quasi interamente dalla Selva Senza Nome (se si escludono le spiagge ai margini), questa zona boscosa presenta caratteristiche differenti dalla prima: macchie più rade, alberi dalla chioma meno folta, affusolata e di tonalità verde smeraldo, fusti molto più sottili; persino il sottobosco è meno rigoglioso, sebbene qui crescano alcune tra le piante più rare di tutta Ashura (come l'Erbargento, le cui foglioline spinose risplendono debolmente nelle notti di luna piena e sono utili rimedi contro la gotta).

La fauna è ricca di grossi predatori come Lupi della Brezza e Orsi Maculati, ma si hanno notizie anche di cinghiali, antilopi, serpi e naturalmente anche di alcuni volatili di mare (gabbiani e corvi spinati sopratutto).

Tuttavia, la zona è rinomatissima tra gli storici per via della presenza di alcune rovine appartenenti all'antica civiltà dei Rau, i cui abitanti migrarono verso gli attuali territori dei luoghi sacri secoli e secoli fa... Si tratta sopratutto di frammenti di colonne, statue e archi a tutto sesto, che formano una sorta di corridoio ideale che conduce ai Tumuli dislocati nel territorio dei Luoghi Sacri di Ashura.

I viaggiatori occasionali preferiscono solitamente tenersi alla larga dalla zona boscosa e transitare sulle coste sabbiose ai margini del territorio, dove si può godere dell'aria frizzante portata dalle brezze di mare e dello splendido paesaggio (oltre che di un transito meno faticoso).



This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.