VALLE DEI SOGNI



LULA

Si tratta di un piccolissimo nucleo abitativo posto sotto alla protezione del Tempio dei Sogni Nuovi, dove hanno trovato accoglienza i profughi provenienti da una terra lontana.

La storia di questa povera gente è narrata nella saga intitolata “Lo Scettro di Antheas”, presente nel sito.

Da quel primo nucleo di profughi - per lo più donne e bambini - si è oggi sviluppato un prospero villaggio, le cui usanze si rifanno a quelle degli uomini dell’Antica Razza. Il villaggio sorge sulle pendici del medesimo altopiano sormontato dal tempio, sul versante Ovest, in un'area protetta dai freddi venti di mare che durante l'inverno imperversano sulla sommità.

Il villaggio è costituito da una decina di graziose baite di legno, con balconcini fioriti e porte sempre aperte, a testimonianza del clima di fraternità ed accoglienza che da sempre anima gli abitanti di questo luogo.

In una radura dal villaggio sorge un edificio un poco più grande attorno al quale sono visibili altalene, scivoli, minuscole capanne ed altri giochi. Il luogo risuona costantemente di piccoli passi in corsa e di spensierate risate. Si tratta della Casa dei Bambini che è di fatto l'edificio principale dell'intero villaggio. I bimbi di Lula sono molto numerosi, ma solo alcuni hanno la fortuna di avere ancora vivi entrambe i genitori, molti dei quali sono stati barbaramente trucidati dai crudeli Negromanti di Mur. Fin dal momento del loro arrivo, gli abitanti di Lula hanno assunto come impegno fondamentale la cura di tutti i bambini e in primo luogo degli orfanelli. Ancor oggi i bimbi sono considerati un tesoro prezioso per tutta la collettività. Nessun bambino è mai solo a Lula e tutti hanno la loro parte di sorrisi, carezze ed attenzioni.

Nelle aule della Casa dei Bambini, i sacerdoti del Tempio dei Sogni si alternano nell’insegnamento della scrittura e del calcolo ai numerosi bimbi - orfani e non - che risiedono a Lula.. Nell'aula principale, i bambini stessi hanno costruito una riproduzione in scala dell'Arpia per onorare l’equipaggio che li ha messi in salvo. I corsari non si sono certo dimenticati dei loro piccoli amici e non è raro vederli in visita nella Casa dei Bambini. Vi sorprendereste per come questi uomini rudi sanno giocare con entusiasmo e sensibilità insieme ai bambini di Lula!!


Clikkare qui per ulteriori notizie sulle USANZE DEGLI UOMINI DELL’ANTICA RAZZA



This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.