>

I PERSONAGGI DI ASHURA


TERRITORIO DI NORTGARTHEN


ABBICO DI LUTARA

Sapiente di Nortgarthen.

Nessuno menzionerebbe neppure la minuscola cittadina di Lutara, situata tra Sant'Elmo e Noirée, sperduta nella sconfinata Pianura Blu, se non fosse per il fatto che ha dato i natali a questo illustre storico.

Abbico è un vecchio riservato, non tanto per carattere, quanto per necessità: le teorie da lui sostenute gli hanno infatti procurato una sinistra fama e non poche antipatie, soprattutto tra i membri del clero e i simpatizzanti della Chiesa.

Egli fu il primo tra i sapienti ad aver osato contrastare le teorie di Adolfo di Stonedale, rischiando l'accusa di eresia: infatti Abbico sostiene la teoria cosiddetta 'delle Dimensioni', e crede fermamente nell'intervento di forze primordiali arcane diverse dall'Unico Dio, le quali avrebbero contribuito a forgiare la cultura Nor'Gar così oome la conosciamo. Convinto del fatto che esistano miriadi di mondi paralleli, sostiene che gli uomini giunti ad Ashura provengano da uno di essi, ed ha spesso portato antiche pergamene e artefatti a comprova di ciò; sfortunatamente per lui, queste prove si sono poi rivelate false, anche se Abbico è ancora fermamente convinto del fatto che qualcuno le abbia sabotate di proposito, compromettendo la loro autenticità.

Malvisto non solo dal clero ma anche dalla stragrande maggioranza della popolazione, Abbico vive ora recluso in una stamberga sui Monti Brumadorata. Secondo alcuni si sarebbe rifugiato lassù per evitare le attenzioni dei Grifoni, i quali avevano preso la decisione di rinchiuderlo ad Alas perché si era spinto troppo in là con le sue eresie.

Ci si riferisce a lui con l'appellativo di 'Barba Matta' o il 'Pazzoide di Lutara'; di corporatura minuta ed esile, sfoggia una criniera ricciuta di capelli bianchi e una barba abbastanza curata.



This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.