I PERSONAGGI DI ASHURA


VALLE DEI NIDI


HARMONIA III

Harmonia III è la Dragonessa che attualmente siede sul trono di Draconica.

Ella discende in linea diretta di sangue dalla prima regina dei Colorati, Harmonia I, che fu istruita nella conoscenza dai Guardiani dell'Arcobaleno, così come narra una leggenda rinvenuta nella biblioteca Rau, di cui si riportano i passi salienti.

Un giorno otto grandi draghi, quattro maschi e quattro femmine, si trovarono a sorvolare la vasta distesa di ghiaccio in cui gli Immortali erano intenti a costruire la loro dimora Ashurense. Incuriositi ed attratti dallo splendore multicolore dei ghiacci, i draghi presero terra per osservare da vicino quegli straordinari individui. Naturalmente, come era nelle consuetudini della loro razza, non appena si videro l'un l'altro, gli otto individui digrignarono i denti e cominciarono a sputare fuoco e fiamme, minacciandosi vicendevolmente. Gli Immortali, disturbati dalla cacofonia di suoni prodotta dai draghi, furono costretti ad interrompere la loro opera mentre quelli si dilaniavano ferocemente tra loro. In un primo momento, gli Immortali si limitarono ad osservare i devastanti effetti che quella furia cieca produceva, ma quando, dopo un'intera giornata di furiosi combattimenti, gli otto draghi erano ormai riversi sulla banchisa agonizzanti, i Guardiani dell'Arcobaleno produssero i primi suoni musicali tangibili nella terra di Ashura. Ogni Immortale avvolse uno dei draghi morenti con un raggio di diverso colore, cantando una nota diversa e prolungata, ma tutte in armonia tra di loro. Al centro giaceva l'ottavo drago, che ricevette un barbaglio di luce da ciascun Immortale e fu raggiunto dall'intera armonia delle Sette Note. Grazie ai colori ed alla magia della Musica le ferite furono completamente risanate. Ma un altro e ben più profondo effetto si insinuò all'interno dei pensieri di quei draghi: la comprensione delle leggi universali dell'Equilibrio. Questo produsse un cambiamento drastico e irreversibile, destinato a mutare per sempre il loro modo di rapportarsi l'un l'altro e con il mondo circostante. Ciascun drago assunse un colore ed un nome diverso e prima di fare ritorno nel territorio di origine, si lasciò ammaestrare dal Saggio che lo aveva salvato da morte certa. L'ottavo Drago – che aveva ricevuto un barbaglio di luce ed un frammento di nota da ciascun Guardiano – era in realtà una Dragonessa: Harmonia, che ricevette tutte le conoscenze e il cui corpo prese la colorazione dell'intero spettro dell'iride.

Quando gli otto draghi, ormai divenuti saggi, fecero ritorno alla terra da cui provenivano, tentarono di persuadere i loro simili della necessità di smetterla con le abituali usanze guerresche, ma nessuno prestò loro ascolto: al contrario, furono minacciati da tutti e non volendo essere causa di una nuova strage fratricida, scelsero di ritirarsi nella Valle dei Nidi, che deve il suo nome proprio alla presenza dei nidi dei Draghi Colorati, che tuttora vi prosperano indisturbati.

Harmonia divenne la prima regina di quel popolo e regnò con saggezza e lungimiranza per molti anni, cosa che ha permesso ai draghi Colorati di riprodursi e mantenere intatte le caratteristiche di intelligenza, conoscenza e capacità di parlare, che gli altri draghi di Ashura hanno perso, a causa delle continue lotte fratricide che hanno fatto imbarbarire e regredire quella che un tempo era la razza dominante del continente.

Quando Harmonia morì, una delle sue figlie, già da lei istruita con l'intera gamma delle conoscenze apprese dai Guardiani dell'Arcobaleno, occupò il trono di Draconica e così di generazione in generazione, la conoscenza fu preservata e con essa la speciale razza dei Draghi Colorati.

Harmonia III è la terza discendente, in linea di sangue diretta, della prima Harmonia. Attualmente governa con saggezza e lungimiranza i Draghi Colorati dei Nidi e in qualche misura anche gli umani del popolo degli Allevatori, con i quali i Colorati vivono in stretta simbiosi.

La regina Harmonia III, così come la sua lontana progenitrice, ha il corpo colorato con le sfumature dell'intera gamma dell'iride e possiede conoscenze pari a quelle dei Guardiani dell'Arcobaleno, con i quali opera in stretta connessione per preservare l'Equilibrio delle Sfere. Ella è infatti annoverata tra i cosiddetti Custodi dell'Equilibrio.

La sovranità di Harmonia è coadiuvata dal supporto dei “parsi” - gli uomini del popolo degli Allevatori a cui è stato concesso l'ambito onore di cavalcare un drago e che operano anche come ambasciatori e informatori per conto dei Colorati presso i popoli delle altre Oasi di Ashura. I parsi sono infatti anche i consiglieri fiduciari della regina.

L'autorità di Harmonia III sulla Valle dei Nidi è riconosciuta e rispettata anche dai Draghi Selvaggi che risiedono nelle profonde Grotte dei Picchi dei Draghi, dai Mentali di Median e naturalmente – seppure a modo loro - anche dai corsari della fazenda.


This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.