AND SO IT IS

di Finn McCoul

Accadeva di tutto davanti a quella piccola chiesa. A volte pareva il centro del mondo, quando sotto il sole estivo della domenica mattina una piccola folla si radunava rumoreggiante per la Funzione. E si vedevano bambini scorazzanti sotto gli occhi di genitori sempre distratti e sorridenti.

A volte invece sembrava che quel luogo fosse stato dimenticato dal genere umano per raggiungere una sorta di stato intermedio fra la terra e il cielo. Accadeva quelle sere piovose di prima estate, quando le nuvole inondavano di aria umida la vita e il bosco dietro l'abside sembrava più lugubre del solito.

Il fruscio della pioggia estiva era accompagnato solo dal pacato canto delle suore in preghiera, proveniente dal piccolo convento a lato della chiesa. Un connubio di perfetta irrealtà.

Se si aveva la pazienza di rimanere fino all'arrivo della notte, si poteva scorgere qualche sorella che veniva ad appoggiare una candela sui gradini del sagrato, stando attenta a non fare spegnere la fiamma.

E una sera la debole fiammella si era spenta a Sorella Maureen. E quando lei si era guardata intorno aveva visto Liam venirle incontro con un accendino. E lei felice, aveva potuto portare a termine il suo piccolo rituale appoggiando la fiammella sugli umidi gradini muschiosi.

Così si erano conosciuti, Liam e Sorella Maureen. Nulla in comune tranne la giovane età. Ma Liam veniva già a pensare davanti a quella chiesetta da molto prima. Amava guidare fra i pendii ripidi e boscosi intorno a Glendalough. Aveva scoperto quel magico luogo disperso nel nord della contea di Wicklow da circa un anno e vi si recava spesso la domenica mattina dopo la Messa e qualche sera durante la settimana. Il perché non lo sapeva neanche lui. Si sedeva su una panchina davanti alla facciata di pietra e si guardava intorno, osservando e pensando.

A volte stava lì fino a notte fonda.

Certo, da quando aveva conosciuto Sorella Maureen veniva ancora più volentieri. Perché amava parlare con lei.

Lei poteva stare solo pochi minuti ogni volta a causa delle occupazioni del monastero e delle preghiere.

Lei non gli aveva mai chiesto perché venisse sempre lì, come fosse stata una cosa naturale.

Lei sembrava così fragile e contemporaneamente così sicura di se stessa. E Liam non poteva evitare di farle domande. Lui aveva sempre domande da fare. E poi la guardava divertito rispondere con serietà e Fede incrollabile.

Il velo non riusciva a nascondere i finissimi lineamenti del viso di Sorella Maureen. Non a Liam.

"I can't take my eyes off you, I can't take my eyes off you".

Un tempo anche lui aveva pensato che la sua Fede fosse incrollabile ma ora non ne era più così convinto. Non capiva il perché di tante cose. Perché agli esseri umani è dato il grande potere di donare e togliere la vita? Secondo Liam essi non erano degni di un tale privilegio.

E Sorella Maureen rispondeva pacatamente e semplicemente. Senza libertà non c'è scelta e senza scelta non ci può essere alcun premio. Aveva già affrontato quel discorso decine di volte, ma quando erano le parole di Sorella Maureen a delinearlo tutto pareva diverso, più vero, più giusto. La salutava con la tranquillità nel cuore, come se davvero avesse avuto da lei le inesistenti risposte che tanto cercava.

"And so it is, like you say it would be, life goes easy on me most of the time".

E così Liam si recava alla Saint James Holy Church almeno tre volte alla settimana. Solo per quelle poche parole che per lui avevano il gusto e l'effetto della più grande dissertazione teologica.

Una sera di luglio, mentre una fresca brezza colpiva i loro visi e la facciata della chiesa, lei gli disse che stava per partire per la Normandia: la stavano trasferendo in un altro monastero. Lo disse con la solita tranquillità di chi non ha più bisogno di cercare perché ha già trovato tutto.

Liam non disse quasi nulla La guardò allontanarsi e scomparire dietro la chiesa, mentre la brezza divenuta vento le sbatteva la veste.

"And so it is, the shorter story, no love no glory, no heros in her skies. And so it is, like you said it should be, we'll both forget the breeze, most of the time".

Liam continuò ancora a salire fino alla Saint James Holy Church. E continuò a sedersi su quella panchina davanti alla facciata. A pensare.

" I can't take my mind off you, I can't take my mind off you "./p>

Finn McCoul
Apprendista Druido
Rowan's Walk - Karen's Wood