FETORE

di Syon

Sul pianeta Fetore c'era una puzza incredibile, tanto che la natura, in secoli di adattamento della specie, aveva dotato gli uomini che lo popolavano di una difesa assoluta: tutti nascevano con il naso tappato. Così, col tempo, nessuno più conobbe il vero odore del pianeta tanto che se ne perse anche il ricordo.

Ma un giorno giunse un grande scienziato, che rivelò al mondo di Fetore che quello che credevano di sentire era un odore falso, non quello vero e si diceva in grado di far respirare, a chi lo avesse ascoltato, il vero odore del pianeta.

Molti lo seguirono e cominciarono la preparazione e lo studio per arrivare alla conoscenza. Lo scienziato fu il primo a provare la sua invenzione.

L'intervento ebbe successo e lo scienziato respirò a pieni polmoni la realtà nuda e cruda, la verità che sempre gli avevano tenuta nascosta.. ma ahimè quanto puzzava... non era un semplice puzzo, ma un fetore immane impossibile solo da concepire, figurarsi da tollerare.

Lo scienziato tentò di tornare indietro, ma il processo non era più reversibile; avrebbe dovuto vivere nella consapevolezza del fetore di Fetore.!

Tentò allora di impedire ad altri di seguire la sua strada, ma molti non gli credettero, lo tacciarono di egoismo, di non voler condividere con nessuno la verità e per quanto lui si sforzasse di far vedere come questa fosse gravosa e pesante, nessuno gli credeva. Anche i suoi discepoli più fedeli non vollero sentire nessuna ragione:"facci respirare" gli dicevano "per quanto la realtà sia triste è meglio di questa falsa conoscenza, architettata solo per controllare le nostre menti".

Giunto allo stremo delle forze, lo scienziato dettò quello che fu il suo testamento spirituale come monito per coloro che avrebbero deciso di percorrere la sua stessa strada:

"Cari amici che avete sognato un mondo diverso,
non mi dilungherò in azioni di convincimento, so che non sarei creduto, per quanto la mia onestà non potrà mai essere messa in dubbio.
Quello che voglio dirvi è solo ciò che vi aspetta, così che voi possiate capire quanto difficile sia vivere con il naso stappato, in un mondo di fetore in cui la maggior parte di chi vi circonderà sarà indifferente alla vostra richiesta di depurare l'aria.
Convincere tutto il mondo sarà un'opera immane ed intanto voi dovrete imparare a vivere nella consapevolezza e nell'evidenza del puzzo.
Molti di voi col tempo ricorreranno ad artifizi, per ovviare a questo, utilizzeranno tappi o mollette che vi ghettizzeranno.
Altri sceglieranno di far finta di nulla pur vivendo nell'evidenza... qualcuno di voi combatterà la sua battaglia fino a che non scoprirà...
che è proprio la pelle dell'uomo a sprigionare quell'orrido fetore.."

Syon
Barbaro
Fattoria del Nido - Valle dei Nidi