L’astuto guadagna, lo stolto muore!



RAZZE E ABITANTI: Umani del Ceppo Orientale, Dracoidi, Demoni Mutaforma, Mezzelfi. Altre razze di passaggio: elfi (raramente), coboldi, urk, nani, hobbit (raramente)

TIPO DI TERRENO E CLIMA: L'arcipelago e' costituito da 33 isole e 6 fari guidano l'accesso al porto maggiore. Chi non dovesse seguire la rotta corretta, finirebbe sfracellato sulla barriera delle ali artigliate: scogli di forma simile ad un'ala di drago posizionati fra le varie isole. Si dice siano i resti di antiche battaglie fra quegli animali. Le isole esterne sono frastagliate e difficili da abitare, se non per gli allevatori di Agmul. Pietra dura, poca erba ma tanti piccoli laghi d'acqua piovana. Le isole piu' interne presentano terreno vulcanico piuttosto fertile, coltivazioni di viti, ortaggi e qualche allevamento. Il terreno e' piu' collinare anche se sull'isola di Jurinn c'e' la montagna piu' alta dell'arcipelago: la Mastafan, o grembo dei draghi. Nelle isole piu' esterne vige un clima atlantico, addentrandosi verso Jurinn, la capitale, le acque si calmano e il clima diventa piu' temperato.

ORDINAMENTO SOCIALE E PRINCIPALI RISORSE: Il governo delle Isole dei Draghi e' una federazione di mercanti. Le isole sono collegate tra loro da una rete di funicolari in grado di spostare gli abitanti da luogo a luogo in poco tempo. I collegamenti con le altre terre si svolgono solo ed esclusivamente via mare. L'accesso e' controllato da una nutrita flotta militare. Il culto prevalente e' la venerazione del volo, ma sono diffuse anche molte delle dottrine di Nortgarthen, anche se a differenza di essa, nelle isole vige una totale liberta' religiosa, ma non la liberta' di costruzione dei templi. Sulle terre dei draghi non si possono costruire templi, chi vi ha provato ha procurato le ire della natura contro le isole.
Degna di nota č anche la presenza della malavita organizzata, di fatto un governo parallelo a quello della federazione, capeggiato della potente famiglia dei Tel Hoc (che nei bassifondi sono noti con il soprannome di "Gente Alta", che di fatto controllano gran parte del traffico delle merci in transito a Jurinn e tutti i loschi affari che vi girano intorno. Vi si trovano grandi mercati, essendo le Isole in prevalenza costituite da porti di mare (e di contrabbandieri). I due mercati principali riguardano il ferro e il legname di Jinlobi, importato in via esclusiva dalle spumose sponde del continente di sud-ovest. La moneta corrente e' il Moresco, anche se l Drim e' accettato e considerato moneta piu' pregiata.
Materie prime presenti sull'isola sono il ferro, abbondante nelle isole omonime, la pece di drago ed i rarissimi diamanti rossi.
I prodotti tipici delle Isole sono il Kinshua', o Sangue di Drago, vino fra i migliori del mondo di Ashura. Ricercatissimo anche il Bottun, formaggio locale a pasta dura, e la carne di Agmul, animali puzzolenti ma buonissimi da mangiare stufati. E' la carne tipica delle Isole dei Ddraghi. Si produce anche una pasta locale molto buona, con un sugo a base di basilico e pinoli: la ricetta arrivata dall'occidente ha come nome Pestuc.

LUOGHI RILEVANTI:
Isola di Kum: la parte orientale e' visibile da Nortgarthen. Su quest'isola si trova la prima delle 7 piazzaforti dei Draghi, che difendono tutto l'arcipelago.

Isola di Gum: L'isola piu' grande, su cui sorge la capitale Jurinn, e cio' che resta dell'Antico Tempio dei Draghi, sulle pendici della montagna piu' alta: il Mastafan, detto anche Grembo dei Draghi.

Isole di Bohr: verso nordovest si trovano le due isole gemelle di Bohr sede di altre due piazzeforti dei Draghi e degli allevamenti di Agmul.

Isola degli Ultimi: situata alla punta piu' a nord dell'arcipelago, qui hanno sede le prigioni. Al largo di essa si puo' scorgere il cippo della Gloria. Si tratta di un'antica torre sommersa, che sfiora il pelo dell'acqua, e contro cui migliaia di navi hanno terminato il loro viaggio con un naufragio.

Isole del Ferro: sorgono ad ovest, esposte alle terribili correnti; in esse si trovano le miniere piu' prolifiche di tutta Ashura per il prezioso materiale da cui prendono il nome.

Jin-Dah: al centro dell'arcipelago, quest'isola ha una vegetazione lussureggiante, in cui si celano la Sorgente della Luce, e l'opposta Pozza Nera.

Dam-Teh: situata ad est di Jin-Dah, un poco piu' grande di essa. Su quest'isola, sorge un grazioso villaggio di pescatori. La taverna di Kim e' rinomata in tutta Ashura per la prelibatezza della sua cucina e per l'ottimo vino, prodotto dai vigneti dell'ampia piana di Besjin (detta anche Piana del Florido Vino).

Kim-Dah: A ovest di Jin-Dah, qui si trovano i boschi di Jinlobi, che riforniscono di legname l'intero arcipelago.

Arcipelago del Buon Ritorno: un gruppo di minuscole isole all'estremita' ovest di Kim-Dah, costituiscono il primo approdo di Ashura ove possono sbarcare i viaggiatori provenienti da terre lontane.

Barriera dei Nidi: a sud ovest, si trovano alcune sinistre isole disabitate che la popolazione dell'arcipelago teme e venera e a cui fa sacrifici, ritenendole stregate.

Ancora non è stato pubblicato il Manuale di quest'Oasi.

Visualizza la Mappa di dettaglio delle Isole dei draghi.

Torna alla Mappa di Ashura

Torna alle Oasi