TERRITORIO DEI PALADINI



IL SANTUARIO DI FAIR

Il Santuario di Fair è stato eretto nella Cittadella in epoca relativamente recente per volere di alcuni Paladini del Cerchio Interno, particolarmente devoti al Volto Giovanile della Dea, che rappresenta le virtù della Purezza e dell'Innocenza tenute in gran conto dall'Ordine. Si tratta di un piccolo edificio che si affaccia direttamente sul mare, edificato all'interno della cinta muraria, nella parte sud del Castello. La facciata è rivestita da preziosi marmi bianchi e termina alla sommità con una guglia sottile come una freccia che si slancia verso il cielo. Il portale è in puro cristallo azzurro e trasparente ed immette in un minuscolo chiostro chiuso, circondato da colonne di marmo bianco: l'ambiente è davvero suggestivo, a causa della luce azzurrina filtrata attraverso il cristallo del portale che crea un effetto iridescente come l'acqua; al centro del minuscolo giardino d'ingresso, gorgoglia una fontana, sormontata da una statua della Dea Fair. Attraversando il chiostro, si penetra nel Naos vero e proprio: lo spazio interno è ben congegnato e sfruttato. C'è un piccolo altare addossato alla parete di fondo, con un mosaico che raffigura la Dea - sorridente e circondata da un turbinio di foglie smeraldine - qualche panca, candelabri e supporti per torce in ferro battuto, arazzi e drappi verde smeraldo con ricami in oro; dalle arcate a volta trilobata si scorge il mare, ed è un piacere assorbire il profumo della brezza salmastra che si spande per tutto il tempietto.



This opera by www.oasiashura.net is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.